top
Scopri il nuovo numero del nostro magazine Next.
2/7/2022
 • 
Club
 - 

«Cari soci, vi faremo divertire»

«Cari soci, vi faremo divertire»

A tu per tu con Andrea Communara: «Tante le novità in arrivo, viviamole assieme. E per voi anche un torneo di tennis riservato»

«Tutto attorno a te». Non ce ne voglia chi, di questo claim, ne ha fatto una vincente campagna di comunicazione. Ci permettiamo di prenderla in prestito e farla nostra, perché riassume pienamente quella che è la visione del club oggi e l’importanza che ne rivestono i soci.

Da adesso e fino a fine anno, infatti, sarete proprio voi i protagonisti della vita di tutti i giorni del club; con eventi, tornei e, chiaramente, premiazioni. Perché se si è sportivi per natura, l’animo competitivo non può di certo mancare. 

Ne abbiamo parlato con Andrea Communara, la persona di riferimento all’interno del club per tutti i soci. Il quale ha svelato un ricco calendario di attività dedicate proprio a chi vive la struttura quotidianamente: «Calendario che si riempirà di mese in mese - esordisce Andrea - e che vedrà sempre protagonisti i nostri soci. La centralitàdel progetto è proprio questa, quella di mettere voi al timone». 

E dunque via, si parte: «Preparatevi, mentalmente e fisicamente - ci scherza su Andrea - perché l’appuntamento sarà costante e vedrà voi impegnati. A breve, come inizio, inaugureremo i nuovi spogliatoi; sarà un momento conviviale, un brindisi che darà il via a questo percorso».

Una periodicità che ci accompagnerà da qui a fine anno, con tanti eventi ‘di stagione’ che verranno annunciati strada facendo sia via mail, sia sulle nostre pagine social: «Infatti vi invitiamo a seguirci anche su Facebook e Instagram, per avere continuamente notizie fresche riguardanti la vita del nostro club - prosegue ancora Andrea - lì, ogni giorno, potrete rimanere aggiornati su tutto quello che facciamo. Perché il nostro centro sportivo è vostro, in ogni momento dell’anno».

Al Quanta Club si entra per fare sport ma soprattutto per passare del buon tempo assieme, tra campi da padel, tennis, piscina, bar e così via: «Tutti servizi a disposizione di chi gravita nella nostra struttura, con l’aggiunta di alcune specifiche riservate solo ai soci: i parcheggi ad esempio, con tanto di colonnina per la ricarica di auto elettriche; che, piccolo spoiler sul futuro, aumenteranno. Ma anche gli spogliatoi, la club house, la piscina estiva nel weekend... il mondo del Quanta Club ruota tutto attorno alla figura del socio e difatti sono in arrivo anche vari sconti su prodotti, servizi, attività all’interno del club come il ristorante e molto altro, con continue partnership all’orizzonte».

Socio che ora avrà anche un torneo di tennis riservato, sia al maschile, sia al femminile: «Partiamo a maggio e si giocherà tutto in una serata - ricorda ancora Andrea Communara - al termine della stessa, ci sarà un punteggio con un ranking. Sarà una vera e propria competizione, alla quale ci si potrà iscrivere sul nostro sito». Garantite almeno due partite, per un torneo al mese; maestro sempre in campo per seguire la manifestazione, che si disputerà sui campi Gold. Poi, a dicembre, le finali come fosse un vero e proprio master: «Dopo il periodo del covid, che ci ha costretti ad un forzato immobilismo, vogliamo tornare a far vivere il club - prosegue ancora Andrea Communara - perché il circolo è sì un luogo dove fare sport, ma deve essere anche uno spazio per le relazioni e la socializzazione. Per questo abbiamo deciso di iniziare questo percorso, cominciato con la fine della ristrutturazione degli spogliatoi per i soci e che proseguirà senza sosta per tutto il 2022».

 

UN VERO UOMO QUANTA (E UNO SPORTIVO PERNATURA)

Andrea Communara, dopo un’esperienza pluriennale nel settore delle agenzie per il lavoro, nell’ultimo decennio è entrato nella grande famiglia Quanta gestendo tutti gli aspetti commerciali, creando valore e portando risultati concreti durante il suo percorso. Punto di riferimento per tutti i soci del club, è chiaramente uno sportivo per natura: «Ho speso i miei primi 20 anni di vita nel calcio, sognando e sfiorando il professionismo - precisa - da bambino ho amato qualunque tipo di sport, ma il pallone ha vinto su tutto. Pur non essendo particolarmente alto, sono stato stregato dal numero 1 del portiere e dall’importanza di prendere autonomamente e rapidamente tante decisioni che potevano influenzare il risultato finale».

No items found.

Continua la lettura

Entra nella community degli sportivi per natura.
Grazie!
Abbiamo ricevuto la tua iscrizione alla nostra community!
Oops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.

Cerca nel sito