top
Scopri il nuovo numero del nostro magazine Next.
2/7/2022
 • 
Club
 - 

«Sport e social al Quanta Club, per Milano un valore aggiunto»

«Sport e social al Quanta Club, per Milano un valore aggiunto»

Martina Riva, Assessora allo Sport,Turismo e Politiche Giovanili del Comune: «Il senso della politica? Prenderedecisioni che tengano in considerazione le generazioni future»

Viso solare, sempre sorridente. Un po’ quello che ti aspetti da una persona che amministra una parte della tua città, verrebbe da dire. E poi bella donna, energica, milanese doc, Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano e soprattutto con le idee chiare. Lei è Martina Riva, eletta nel 2021 quando si è ricandidata come capolista della lista civica “Beppe Sala Sindaco”. Pochi mesi di assessorato ma già tante decisioni prese.

Ora un nuovo passo in avanti, un nuovo ‘Next’ per il mondo dello sport meneghino e non solo. Il ritorno all’aria aperta, al poter divertirsi, allenarsi, competere senza più limitazioni. Una grande conquista che, sulla piazza meneghina, vedrà in Martina Riva l’amministratrice di tutto il movimento.

Dottoressa Riva, lo sport è da sempre un momento di «libertà». Cosa significa poter tornare a praticarlo senza limitazioni?

L’attività sportiva è qualcosa che deve occupare le nostre vite al pari delle attività di formazione e dì quelle lavorative: è libertà espressiva legata non solo al corpo ma anche al pensiero. La ripresa generale delle attività e la riapertura degli impianti sportivi segna la fine di un colpo molto duro subito dal mondo sportivo agonistico, ma soprattutto dilettantistico. Tornare a praticare attività fisica in gruppo e all’aperto significa riconsegnare il benessere psico-fisico alla collettività, restituendogli importanza e centralità.

 

Lei personalmente è sportiva? E se sì, che sport le piace praticare?

Ho sempre nuotato, corso, cercato la montagna in ogni momento libero, lontano dalla città. Faccio sport soprattutto la mattina presto, prima di iniziare una giornata intensa, e mi piace cimentarmi in più sport possibili, anche quelli per cui sono molto poco portata. Lo sport mi ha aiutato a diventare più determinata, ambiziosa, energica. Nello sport ogni momento di difficoltà e fatica è diverso da quello prima: fare sport insegna ad affrontare ogni tipo disfida e cambiamento nelle proprie vite.

 

Il ritorno all’aria aperta rappresenta anche un ulteriore momento di unione con lo sport: questo può aiutare anche nella socialità?

L’attività all’aria aperta è fondamentale per il benessere della persona, ma spesso ce ne dimentichiamo o non le diamo il giusto peso perché non conosciamo i numerosi ritorni positivi che il contatto con la natura ci può dare. Già in età infantile e poi in quella adolescenziale, lo sport assume un’importanza rilevante nella formazione dei giovani, trasmettendo valori di grande rilievo, quali la lealtà, il rispetto e l’amicizia. Lo sport all’aria aperta è un grande strumento di inclusione, che incoraggia l’incontro di culture e discipline diverse riuscendo a produrre effetti benefici a livello cognitivo e sociale. Il Comune di Milano sta lavorando molto sulle attività sportive nei parchi e nei playground, con la promozione di installazioni sportive tramite sponsorizzazioni, soprattutto nei luoghi della città in cui lo sport molto spesso rappresenta un’alternativa di vita che da prospettive, equilibrio, disciplina e possibilità di inclusione sociale.  

 

Che cosa prevederà la città di Milano per il periodo estivo?

Per quanto riguarda le deleghe di mia competenza, che sono sport, turismo e politiche giovanili, in programma abbiamo diverse manifestazioni. Fiera del Cicloturismo, Milano Marathon, Stramilano, Festa di Radio Deejay e Mimo sono solo alcune.

 

Cosa rappresenta per il Comune di Milano una realtà come il Quanta Club?

La Città di Milano sostiene i centri sportivi polifunzionali come il Quanta Club che presidiano le zone decentrate e basano la propria attività sull’aggregazione con professionalità e determinazione. Campi da tennis, beach volley e padel per rispondere alla forte domanda dei cittadini, ma anche hockey, pattinaggio artistico, fitness e danza. Presenza di multidisciplinarietà praticate da piccoli e grandi e quindi alla portata delle famiglie. Per il Comune di Milano tale realtà dà un valore aggiunto alla città occupandosi non solo di sport ma anche di sociale.

 

Il sogno più grande di Martina Riva è...

Che ogni scelta politica tenga inconsiderazione l’effetto che questa possa avere sulle generazioni future e non solo di quelle presenti. Solo in questo modo la politica acquisterà un nuovo senso di esistere.

No items found.
Entra nella community degli sportivi per natura.
Grazie!
Abbiamo ricevuto la tua iscrizione alla nostra community!
Oops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.

Cerca nel sito